divisione edile

La Catalano S.r.l. è una realtà moderna con importanti radici storiche. L'azienda, dinamica e con costante riguardo all'innovazione, è forte dell'esperienza acquisita lavorando su diverse tipologie edilizie, opera nel settore realizzando nuove costruzioni e ristrutturazioni in ambito civile ed industriale. Ha potuto e voluto, anche grazie alla preferenza accordata dai suoi clienti ed alla sua organizzazione, specializzarsi nelle ristrutturazioni e nel restauro di edifici di pregio storico-artistico, sottoposti a tutela, operando con professionalità e competenza.  

— Di seguito alcune delle nostre lavorazioni

L'intervento riguarda il restauro della facciata principale della Cattedrale S. Donato sita in Pinerolo.

Restauro conservativo della facciata principale della Cattedrale San Donato di Pinerolo. L’intervento ha visto l’esecuzione della decorazione della facciata, il lavaggio ed il consolidamento degli elementi laterizi, il consolidamento strutturale dei pinnacoli ed il restauro delle statue e delle figure dipinte sulle lunette. Voluta da Ulderico Manfredi di Susa e da Alrico, vescovo di Asti, se ne ha la più antica menzione il 14 marzo 1044.

La costruzione originaria, probabilmente di stile lombardo, durò relativamente poco: all’inizio del quattrocento l’edificio fu riedificato in forme gotiche, pare a cura della potente corporazione dei mercanti di lane. Nel periodo 1766-78 il gotico, "lo stile del cristianesimo" cede alla contaminazione barocca; l’altare maggiore è del 1781. I restauri iniziati nel 1885 intesero alleggerire le sovrastrutture barocche, per recuperare l’originaria forma gotica.

Palazzo Aymar, attuale sede della Banca San Paolo di Pinerolo: l'intervento ha comportato il ripristino degli intonaci di facciata, il lavaggio, il trattamento ed il ripristino delle cornici, la ricostruzione delle stesse ove mancanti e quindi la successiva decorazione delle facciate.

La storia di Palazzo Aymar risale alla Pinerolo fine ottocentesca. Stefano Cambiano (progettista), seguì gli studi in ingegneria presso il Politecnico di Torino laureandosi nel 1876. Per il suo impegno nell'insegnamento, venne chiamato Maestro dei geometri Subalpini; infatti insegnò matematica negli istituti tecnici ed al ginnasio Cavour di Torino prima, topografia, costruzioni e geometria descrittiva dal 1883 al 1924 presso l'Istituto Tecnico Buniva di Pinerolo.

Si dedicò alla professione progettando molte opere che hanno portato elementi di innovazione urbanistica e architettonica nelle costruzioni stradali, idrauliche, civili e religiose del Pinerolese. Parecchi edifici cittadini si devono alla sua progettazione tra cui Palazzo Aymar (appunto) ed il Seminario Vescovile. Stefano Cambiano fu per breve tempo consigliere comunale, anche attivamente presente nelle iniziative e manifestazioni pubbliche. Ricevette la nomina di Grande ufficiale della Corona d'Italia e la Croce di Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro.