divisione edile

La Catalano S.r.l. è una realtà moderna con importanti radici storiche. L'azienda, dinamica e con costante riguardo all'innovazione, è forte dell'esperienza acquisita lavorando su diverse tipologie edilizie, opera nel settore realizzando nuove costruzioni e ristrutturazioni in ambito civile ed industriale. Ha potuto e voluto, anche grazie alla preferenza accordata dai suoi clienti ed alla sua organizzazione, specializzarsi nelle ristrutturazioni e nel restauro di edifici di pregio storico-artistico, sottoposti a tutela, operando con professionalità e competenza.  

— Di seguito alcune delle nostre lavorazioni

L'intervento in oggetto è stato eseguito per due diverse committenze su due porzioni separate.

Il primo intervento di manutenzione straordinaria del manto di copertura in coppi, su storico palazzo che si affaccia su una delle piazze più importanti ed affascinanti di Torino, tra le più grandi d’Europa e la più grande tra quelle interamente porticate, Piazza Vittorio Veneto. L’intervento consiste nel rifacimento del manto di copertura, nella revisione delle lattonerie e delle coperture degli abbaini.
Il secondo intervento ha previsto il rifacimento della copertura in lastre di pietra, della lattoneria ed il ripristino di cornicioni ed abbaini oltre il rifacimento della facciata interno cortile compreso la sistemazione dei balconi e delle ringhiere parapetto.

Le dimensioni della piazza sono imponenti, 31.000 m² di superficie (360 metri di lunghezza e 111 metri di larghezza) che la rendono una delle piazze più estese d'Europa e la più estesa tra quelle interamente porticate. Il nome della Piazza, che i torinesi chiamano semplicemente Piazza Vittorio, inizialmente era di Piazza Vittorio Emanuele I. L'attuale nominazione risale al 1919, in memoria della località legata alla vittoria nella Prima Guerra Mondiale. I lavori per la realizzazione della Piazza cominciarono sul progetto di Guarino Guarini, nel 1676, la cui abilità, grazie alla collaborazione di Giuseppe Frizzi, fu quella di rendere praticamente impercettibile la pendenza della Piazza.

L’intervento in oggetto riguarda la realizzazione di tre fabbricati residenziali fuori terra con sottostanti locali interrati che li uniscono in un unico corpo di fabbrica destinati ad autorimessa, cantine e centrali tecnologiche.

Costruzione ex-novo di tre fabbricati resdenziali per un totale di 30 alloggi, siti in Sestriere, Via Azzurri d’Italia. Le finiture interne ed esterne sono realizzate con materiali di pregio ed aventi caratteristiche tipiche del luogo sito in alta montagna. La struttura è stata progettata per ridurre al minimo l'impatto ambientale.

L'operazione ha richiesto la collaborazione di tutte le Divisioni per le svariate tipologie di lavoro, nonchè le peculiarità del luogo che nella stagione invernale è soggetto ad abbondanti nevicate.

L’intervento ha per oggetto il restauro e la manutenzione dei prospetti fronte strada di palazzo storico in Torino.

Il palazzo oggetto dei lavori è certamente un bell’esempio di architettura storica di un edificio affacciato sul fiume Po è sottoposto a tutela paesistico ambientale. L’intervento richiesto si è sviluppato su due diverse tipologie, di cui la prima ha visto il consolidamento statico ed il restauro conservativo di parte dei modiglioni in pietra dei balconi aggettanti sui prospetti fronte strada che, a seguito delle risultanze di indagini diagnostiche eseguite con misura di velocità sonica ed analisi mineralogiche e petrografiche, sono stati sostituiti in opera mediante la demolizione controllata della parte aggettante del modiglione in gneiss, fino a filo del prospetto verticale di facciata e dopo aver provveduto al puntellamento sequenziale di ritegno delle masse sovrastanti.

Non potendo operare la completa rimozione della lastra di pietra dei balconi, si è poi proceduto ad eseguite l’incavo per la successiva messa in opera dei nuovi manufatti, mediante il carotaggio della parte del preesistente modiglione in pietra immorsato nella muratura entro il quale si è posizionata e vincolata mediante malta cementizia, ad elevatissimo scorrimento ed espansiva sia in fase plastica che in fase indurita, l’armatura in profilato in acciaio con funzione portante che è poi stato rivestito con il nuovo modiglione in pietra artificiale avente la stessa conformazione dimensionale, finitura superficiale e identità formale degli esistenti.

La seconda tipologia di intervento ha visto il recupero decorativo ed estetico dei prospetti su fronte strada, con lavorazioni mirate a riportare quanto più possibile l’aspetto del palazzo alle originarie cromie. Si è intervenuti innanzi tutto con un lavaggio sgrassante e di rimozione delle pellicole di smog depositatasi negli anni e poi operando un ciclo decorativo con pitture silossaniche per esterni.
Le cornici e le fasce di piano in evidenza sui prospetti si sono decorate con tecnica della “velatura”, sempre con ciclo di pitturazione con prodotti silossanici, stendendo preventivamente un fondo pigmentato a granulometria stabilizzata sulle superfici da trattare.
Si sono poi trattate le balaustre dei balconi con una micro-sabbiatura di pulizia e si sono protette e risanate le lamiere metalliche esistenti a protezione di cornici, aggetti decorativi, fasce di piano e dei timpani sopra aperture dei serramenti, mediante prodotto di fondo/finitura a base di resine epossidiche, pigmenti finemente macinati stabili alla luce e fosfato di zinco con ciclo protettivo verniciante dedicato. Tutto l’intervento estetico e di recupero tecnico-funzionale eseguito sui prospetti si è realizzato nel rispetto dell'identità storica e formale dell'architettura dell'edificio.

L'intervento ha per oggetto la ristrutturazione dell'intero fabbricato con destinazione ad uso civile, tramite la riorganizzazione delle facciate e degli spazi interni.

La ristrutturazione consiste nella demolizione dell'immobile lasciando inalterate solo tre delle quattro pareti di tamponamento perimetrale; demolizione dei solai del tetto e di tutte le opere esistenti interne ed esterne. Successivamente è stato eseguito lo scavo per la realizzazione della platea areata, i solai e la realizzazione delle murature perimetrali ed interne.

La struttura in CA di neo realizzazione è di supporto al neo tetto in legno lamellare pretagliato con incastri a coda di rondine imbullonato alle travi di cordolo perimetrale.

Nel rispetto dell'ambiente il nuovo immobile è dotato di isolamenti Classe A, di impianto solare per l'aqua sanitaria e per il riscaldamento, è stato realizzato anche l'impianto elettrico in domotica per abbattere il consumo di energia elettrica.